Hotel San Domenico Taormina
Hotel San Domenico Taormina

Via libera della Soprintendenza di Messina al progetto del San Domenico. Il documento approvato dalle Belle Arti con parere unico autorizza gli interventi sotto il profilo paesaggistico, archeologico e architettonico. L’autorizzazione degli uffici diretti dal soprintendente, arch. Orazio Micali, riguarda, nel dettaglio, i lavori previsti nei documenti grafici presentati dai progettisti che riguardano la copertura con spioventi a falde per il corpo più nuovo dell’albergo e gli interventi interni in una porzione del corpo storico. Nell’ambito dei lavori, nella parte dell’antico convento, è previsto l’adeguamento sismico dell’immobile. Il placet più significativo concerne quindi la copertura con tetto a falde del corpo nuovo (quella del dopo guerra) e potranno, pertanto, essere realizzate le 14 camere aggiuntive che erano state richieste dalla proprietà del San Domenico.

Fermento in città. Il progetto di ristrutturazione ed ammodernamento del San Domenico ha suscitato in questi giorni un acceso dibattito soprattutto a Taormina, dove alcuni consiglieri comunali ed anche gli ambientalisti hanno palesato preoccupazione sulle prospettive di questo intervento, sul quale in particolare alcuni consiglieri sia di maggioranza che di opposizione hanno preannunciato voto contrario all’atto nel momento in cui il Civico consesso sarà chiamato ad esprimersi sull’argomento. Adesso la proprietà del San Domenico ha, però, ottenuto l’importante autorizzazione da parte della Soprintendenza, un documento che rende sempre più vicino il momento dell’avvio dei lavori.

© Riproduzione Riservata

Commenti