Frana via Zaccani
La frana in via Zaccani

“Il finanziamento della frana di Via Zaccani non è stato perso. L’annuncio e le affermazioni del geometra Ardito lasciano attoniti e non corrispondono allo stato veritiero delle cose”. E’ la dura replica dell’assessore ai Lavori pubblici, Gaetano Carella, che in una nota ufficiale smentisce l’avvenuta perdita del contributo regionale per la sistemazione della frana verificatasi in zona Zaccani nel novembre 2016. “Appare doveroso – spiega Carella – smentire le affermazioni del geometra Ardito, presidente del Collegio Geometri di Messina, che nei giorni scorsi aveva annunciato l’avvenuta perdita del finanziamento per la frana di Via Zaccani. Le sue parole appaiono destituite di qualsiasi fondamento logico, oltre che documentale. Non si comprende la fonte ufficiale dalla quale il massimo rappresentante del Collegio Geometri di Messina abbia attingo una informazione non veritiera e per lo più da lui divulgata senza averne titolo. Non si comprende il ruolo del professionista per la problematica che riguarda la frana di Via Zaccani, atteso che lo stesso non ha alcun ruolo nella vicenda e nemmeno un incarico da parte dell’Amministrazione comunale. I fatti, quelli veri, sono altri e molto probabilmente sfuggono alla conoscenza del professionista”.

Richiesta di integrazione agli atti. “In tal senso è bene sintetizzare – continua Carella – lo stato esatto delle cose. L’Amministrazione comunale, unitamente all’Ufficio Tecnico Comunale, a seguito di diverse interlocuzioni con il Dipartimento regionale della Protezione Civile, ha elaborato una proposta progettuale di massima per dare soluzione ad una problematica che riguarda la zona di Via Zaccani con la strada di accesso. L’importo preliminare indicato era ed è di 600 mila euro”. “L’Ufficio Tecnico si è fatto carico di ottemperare – aggiunge Carella -, per come sarà ben a conoscenza del geometra Ardito, alle richieste di integrazione, da parte dei tecnici della Protezione Civile a seguito di di specifici accessi effettuati sui luoghi, per determinare sia le effettive problematiche, sia la coerenza dell’importo richiesto con le opere previste. Il Comune, pertanto, ha ottemperato a tali richieste e allo stato si è in attesa di conoscere l’esito da parte del Dipartimento Regionale della Protezione Civile sulla rimodulazione delle somme a disposizione. Ad oggi nessuna notizia ufficiale o ufficiosa, relativa alla perdita del finanziamento, è pervenuta al Comune di Taormina”.

© Riproduzione Riservata

Commenti